LINGUAGGI

Dai graffiti delle grotte alla dimensione touch, come vogliamo rappresentare noi stessi?
Chi ci piace incontrare ogni mattina allo specchio?

LINGUAGGI

Auguri per sempre

Auguri per sempre

Tardo pomeriggio di uno di quei giorni fra Natale e l’Epifania nei quali sembra impossibile orientarsi senza il c

LEGGI TUTTO
Pompei: una Sillicon Valley archeologica

Pompei: una Sillicon Valley archeologica

Stando a quanto riportato da Plinio il Giovane nella sua prima lettera a Tacito [1], sono circa le ore 13 di un lon

LEGGI TUTTO
Da Bodoni a FMR, la bellezza inevitabile

Da Bodoni a FMR, la bellezza inevitabile

Non si è mai scritto così tanto come oggi. Ogni giorno fiumi in piena di parole, singhiozzando al ritmo di 140 ca

LEGGI TUTTO
RottamAzione alla Galleria Nazionale: Pathos vs. Kronos

RottamAzione alla Galleria Nazionale: Pathos vs. Kronos

“Nulla è stato aggiunto, a tutto è stata tolta una patina opaca”. Con queste parole Cristiana Collu,

LEGGI TUTTO
Le Liste Vertiginose ovvero un atto poetico per dare forma all’irrappresentabile

Le Liste Vertiginose ovvero un atto poetico per dare forma all’irrappresentabile

È cosa piuttosto comune scrivere liste di cose da fare e molto interessante è scriverle per mettere in ordine ide

LEGGI TUTTO
Oltre le vecchie paure e i nuovi colonialismi: esplorare l’altro genera pensiero critico

Oltre le vecchie paure e i nuovi colonialismi: esplorare l’altro genera pensiero critico

  Londra, inverno 2003, l’artista danese Olafur Eliasson inaugura nella Turbine Hall del Tate Moder “The W

LEGGI TUTTO
La fragilità creativa moltiplicata per otto, Sense8 si pente e riprende.

La fragilità creativa moltiplicata per otto, Sense8 si pente e riprende.

Carlotta Susca: La notizia è recentissima, il web ha vinto: avremo un finale di Sense8 . Michele Trimarchi: Ogni

LEGGI TUTTO
Un discorso intorno al corpo

Un discorso intorno al corpo

Paul Valéry scriveva:“… Il mio corpo è luogo del mio essere al mondo… è punto di incontro e convergenza…

LEGGI TUTTO
Collettivo NAVA. Chi lo ha detto che nelle fabbriche si produce solo in serie?

Collettivo NAVA. Chi lo ha detto che nelle fabbriche si produce solo in serie? Popolare

Napoli, Roma, Firenze,  Milano e Torino. Storia dell’arte contemporanea, architettura, archeologia, economia e giurisprudenza. Il Collettivo NAVA fa di questo approccio caleidoscopico il suo punto di forza. Le competenze eterogenee e la diffusione sul territorio sono il motore che permette una progettazione culturale a 360 gradi. 

LEGGI TUTTO
MasterChef: cavare sangue da una rapa

MasterChef: cavare sangue da una rapa

È inevitabile che, raggiunta la sesta stagione, in uno show televisivo subentri la ripetizione e, per il pubblico,

LEGGI TUTTO